Romania

 
Aeroporto Orio al Serio Last minute Partenze Arrivi Voli low cost
Romania

Romania Dall' aeroporto Orio al Serio vengono effettuati voli verso la Romania dalle compagnie aeree ,
Bleu Air con destinazioni Bacau e Bucarest-Baneasa,
Carpatair verso gli aeroporti di Chisinau e Timisoara,
Wizz Air verso Bucarest-Otopeni, Cluj, Timisoara, e Tirgu Mures.

Diverse sono le possibilità di risparmio con le offerte voli per la Romania, in particolare con i voli low cost e i viaggi last minute comprensivi di soggiorno in hotels con i relativi trasferimenti da e per l'aeroporto.

Attraverso le seguenti agenzie di viaggio on line è possibile trovare la migliore offerta a basso costo ricercando le tariffe minori con i seguenti motori di ricerca       Lastminute       Edreams       Expedia

Links sponsorizzati


Geograficamente il territorio della della superficie della Romania possiede una forma tondeggiante, è dominato dal massiccio dei Monti Carpazi, le cui tre catene formano un gigantesco triangolo: i Carpazi Orientali, i Carpazi Meridionali, con la cima più alta il Monte Moldoveanu con 2.544 metri di altitudine e i Carpazi Occidentali. Le catene montuose digradano dolcemente verso la pianura, con vastissime foreste. Il confine meridionale del Paese è costituito da un lungo tratto del Danubio, che sfocia nel Mar Nero, su cui si affaccia il confine orientale, con un litorale lungo 244 chilometri.

In genere per visitare la Romania si arriva nella capitale Bucarest, modernizzata nell’800 sul modello di Parigi, nella città sono presenti oltre a grandi piazze e monumentali palazzi, un grandioso Arco di Trionfo, al centro di una piazza dalla quale iniziano ariosi viali alberati, uno dei quali, il Soseaua Kiseleff, è più lungo dei celeberrimi Champs Elysées parigini. Nel periodo successivo alla seconda guerra mondiale, la dittatura comunista pose fine alla vita cosmopolita di Bucarest, interi quartieri, nel tipico stile della Belle Epoque, vennero rasi al suolo, per costruire le faraoniche opere del regime, come la colossale Casa del popolo , attualmente sede del Parlamento della Romania, ritenuto il secondo edificio più vasto del mondo, dopo il Pentagono. Attualmente, con la ritrovata democrazia, Bucarest sta rinascendo a una nuova vita, riprendendosi il proprio ruolo tra le grandi capitali Europee.

La storia tormentata della Romania ha lasciato in eredità una miriade di castelli, città murate e monasteri fortificati, in un ambiente naturale di grandissimo fascino, tutto da scoprire. Pochi luoghi d’Europa hanno lo stesso fascino misterioso dei Carpazi, antica frontiera dell’Impero Romano, al centro di innumerevoli invasioni e scorrerie, dai Popoli Barbari ai Turchi, passando per i Tartari, senza dimenticare la leggendaria figura di Dracula.

Dopo aver visitato la capitale si potranno ammirare le famose città medievali della Romania, testimonianze di un’epoca cruenta e crudele del Medioevo, in cui le guerre si susseguivano senza interruzioni. Una delle più famose città della Romania, è senza dubbio Sibiu, situata nel cuore dei Carpazi. L' antica città disponeva di un forte sistema di difesa con torri e bastioni, tra i quali si conservano attualmente la torre degli archibugieri, dei falegnami, dei vasai, dei conciatori, la torre grossa, il Bastione Soldisch e lunghi tratti delle mura di cinta. Nella Piazza Grande di Sibiu si trova il Palazzo Brukenthal, grandioso edificio in stile barocco, trasformato in museo, in linea generale è una città di grandissimo rilievo storico e culturale, anche a livello internazionale, al punto tale che per celebrare l’entrata della Romania nell’Unione Europea, avvenuta il primo gennaio 2007, Sibiu è stata designata quale Capitale europea della cultura nel 2007, insieme alla città di Lussemburgo. In sintesi è una città da visitare, alla pari di Sighisoara, altro centro medioevale giunto ai giorni nostri ancora intatta nel suo aspetto originale, nella sua struttura fortificata del XIV secolo. Interessante è la visita al trecentesco Castello di Bran, meglio noto come Castello di Dracula , anche se non esistono prove concrete che possano collegare il nome del Principe Vlad Tepes, al personaggio storico che ispirò Bram Stoker nella creazione di Dracula.

I territori della Romania confinano a nord-est con l'Ucraina e la Repubblica di Moldavia, ad ovest con l'Ungheria e la Serbia e a sud con la Bulgaria. La Romania possiede anche 244 km di litorale sul Mar Nero. Gran parte della frontiera rumena con la Serbia e la Bulgaria a sud e a sud-ovest è formata dal Danubio. Il Danubio ha come affluente il fiume Prut che forma il confine con la Repubblica di Moldavia a nord-est, dove la foce del fiume sul Mar Nero delimita anche il confine con l'Ucraina. I monti Carpazi dominano gran parte della Romania soprattutto a Nord-Ovest disponendosi a ferro di cavallo, con cime alte fino a 2.500 m e raggiungendo i 2.544 m del monte Moldoveanu. Ai lati della foce del Danubio, lungo il litorale del Mar Nero, troviamo numerose e ben attrezzate località turistiche dove si concentra il 40 per cento della capacità ricettiva nazionale, per sfruttare le belle spiagge di sabbia finissima in un ambiente simile al Mare Adriatico, con lunghe e calde estati, per vacanze in tutto relax. Le città principali sono Bucarest , Iasi, Brasov, Timisoara, Cluj-Napoca, Costanza , Craiova, Ploiesti, Sibiu, Suceava, Galati, Braila, Oradea, Bacau.

La Romania è un Paese ricco di storia, quindi, ma anche di natura, a cominciare dai Carpazi, vero paradiso per l’amante della montagna, delle escursioni e dello sci. E proprio da qualche vetta dei Carpazi sarà possibile vedere, all’orizzonte, una linea azzurra: il Danubio, ovvero il fiume dei re e il re dei fiumi, che per oltre mille chilometri bagna la Romania, per poi sfociare nel Mar Nero, con un grandioso delta, vasto 2.590 chilometri quadrati, dichiarato Patrimonio dell’Umanità.

Per quanto riguarda il turismo ricordiamo che la Romania è composta per 33% di montagne, per 33% di colline e per 33% di pianure, all'estremità orientale del paese si trova il Mar Nero. Grandi stazioni montane di Sinaia, Busteni, Predeal che si trovano all'estremità orientale delle Alpi Transilvaniche, mentre i Monti Apuseni, di formazione carsica, sono ricchi di grotte, doline, pozzi ecc. Il Delta del Danubio è il più esteso e meglio conservato dei delta europei. La Transilvania si vanta di avere la più grande concentrazione di fortificazioni medievali del continente , oltre che numerosi castelli, chiese lignee e città medioevali come Alba Iulia, Bistrita, Brasov, Cluj-Napoca, Fagaras, Gherla, Medias, Sighisoara, Râsnov, Sibiu e Târgu Mures .

In riferimento alla gastronomia ricordiamo che la cucina rumena è molto semplice, basata su piatti saporiti e facili da preparare, quasi tutti a base di carne, verdure o pesce. La cucina Rumena si fa apprezzare per i suoi sapori decisi e speziati, pur risultando molto leggera, grazie alla genuinità dei prodotti e alla cottura della carne, spesso alla griglia, con l’avvertenza di gustare il Kozonak, ovvero il dolce tipico nazionale, a base di uvetta. Piatti tradizionali sono:
Musaca: specialità di carne di maiale tritata e speziata con aglio e peperoncino.
Tochitura: carne di maiale, formaggio di pecora, uova, aglio, polenta.
Mititei o Mici, polpette di forma cilindrica di carne di manzo talvolta mescolata con maiale o pecora condita con aglio e pepe nero, a volte peperoncino e una spezia chiamata Cimbru il timo . Sono cucinati sulla griglia e possono essere serviti con senape, o con altre salse locali.
Ciorba è il piatto principale ed è una minestra o zuppa, preparata con ingredienti diversi, soprattutto verdure e carne.
Sarmale sono involtini di foglie di verza o di vite farciti con macinato di carne di maiale, riso, più altre verdure e sapori.
Cozonac rappresenta un dolce tipico pasquale dalla forma parallelepipeda ripieno di canditi, noci o cacao.
Mamaliga, la polenta locale.
Fasole cu cârnati, fagioli con salsiccia affumicata.

L'assistenza medica in Romania non è sempre garantita. Per la cura di malattie e ferite gravi si raccomanda il rientro nel paese di provenienza. Se si necessita di particolari farmaci, occorre prevederne una scorta sufficiente. Va ricordato tuttavia che in molti Paesi vigono prescrizioni particolari per portare con sé medicinali contenenti sostanze stupefacenti e sostanze per la cura di malattie psichiche. Si consiglia di informarsi eventualmente prima del viaggio direttamente presso la rappresentanza estera competente , ambasciata o consolato. Tra le malattie è presenta la tubercolosi.

Per chi guida veicoli l'alcool al volante è vietato , 0 per mille. Il traffico e il consumo di droga sono vietati e severamente puniti. Le condizioni di detenzione sono difficili , prigioni sovraffollate, igiene scarsa.

Per quanto riguarda la sicurezza nel paese ricordiamo che in città, nelle strade e nei trasporti pubblici avvengono scippi e borseggi. Si raccomanda di osservare le misure precauzionali seguenti: diffidare dei falsi poliziotti che gravitano nei pressi degli uffici di cambio e sulle strade principali a margine delle grandi città , esigere un documento d'identità, come la carta che certifica l'appartenenza alla polizia. usare con prudenza la carta di credito. Bucarest e altre città: In strada e nei parchi ci sono più di centomila cani randagi. Essi si muovono sovente in branco e sono spesso aggressivi. Si raccomanda di schivarli e di consultare un medico già al più piccolo morso. Molti cani sono malati di rabbia.

 

All Rights Reserved Aeroporto Orio al Serio non è responsabile del contenuto dei siti recensiti Copyright © 2011
Aeroporto Orio al Serio